DragonBallGT.it
Login / Registrati
Ricordati

Non sei iscritto?

Registrati subito è gratis

Registrati!
Home » Personaggi » Saiyan » Goku

Goku

Altre immagini di Goku
Goku in Dragon Ball
Goku in Dragon Ball
Goku in Dragon Ball Z
Goku in Dragon Ball Z
Goku in Dragon Ball GT
Goku in Dragon Ball GT

Goku ci viene presentato come un bambino di piccola statura, dotato però di grande forza fisica, dai capelli neri e con una lunga coda. Le sue abitudini quotidiane sono gli allenamenti e la caccia. Durante la sua prima apparizione, infatti, lo si vede tagliare la legna semplicemente utilizzando le arti marziali per poi sconfiggere un grandissimo pesce per pranzo dopo averlo attirato con la sua coda. Queste sono le prime due azioni di Goku nel manga e nell'anime. La caratteristica che lo differenzia dagli altri esseri umani è la presenza di una lunga coda di scimmia, che all'inizio della storia costituisce l'unico punto debole del bambino. Col tempo questo Goku non avrà più punti deboli, in quanto allenerà la coda come gli aveva consigliato suo nonno.
All'inizio del manga afferma di avere 14 anni, affermazione poi smentita dallo stesso Goku il quale, dopo aver imparato a contare, afferma di avere precisamente 12 anni.

Come raccontato dal Maestro Muten, Goku era inizialmente ingestibile ed estremamente ribelle. Dopo esser precipitato da un burrone, batté violentemente la testa e divenne un bambino buono e gentile, dimenticando le sue origini di Saiyan e la sua missione di conquista del pianeta. Dopo questo cambiamento, anche l'animo di Goku ne ha risentito; infatti durante lo scontro con Akkuman, questi rivela che nell'animo di Goku non c'è alcuna forma di malvagità.
Durante Dragon Ball Z scopre di chiamarsi Kakaroth e di appartenere alla razza dei Saiyan ma, nonostante l'accettazione della sua natura, avvenuta quando Vegeta l'ha supplicato di vendicare i Saiyan uccidendo Freezer, continua a vivere comportandosi come un terrestre. Stranamente Goku teme in modo particolare sua moglie Chichi, la quale è l'unica, a volte, che riesce a farlo ragionare. Nella stessa serie si scopre che ha paura di aghi e siringhe, malgrado riesca a resistere ai colpi di nemici del calibro di Freezer o Cell. Inoltre, soffre tantissimo il solletico e non riesce a resistergli. Infine, una particolarità che da sempre contraddistingue questo personaggio è l'incredibile insaziabilità ed ingordigia durante i pasti, derivate dalla sua stessa natura Saiyan: infatti, anche l'amico/rivale Vegeta ha questa stessa caratteristica.
Nella versione originale giapponese, Goku finisce spesso le sue frasi con l'esclamazione "Yatta!". Nella versione italiana invece il "yatta" non è stato tradotto, semplicemente si è cercato con l'adattamento di completare i testi, così da sincronizzare il parlato con quello della versione originale. Nella seconda serie e così anche nella terza, "yatta" viene sostituito dall'esclamazione di stupore "Urca!", aggiunta dal doppiatore di Goku, Paolo Torrisi, e poi ripresa nella serie GT anche da Patrizia Scianca, quando il personaggio ritorna bambino.

Aspetto

L'aspetto di Goku rimane quasi del tutto invariato fino alla Saga del 23º Torneo Tenkaichi, in cui riappare con un'altezza praticamente raddoppiata rispetto alla Saga del Grande Mago Piccolo e senza la coda, tagliata dal Dio della Terra per prevenire un eventuale trasformazione in Oozaru. Durante la serie Z, il personaggio diviene progressivamente più muscoloso, fino ad ottenere una corporatura molto più possente rispetto a prima. In Dragon Ball GT, il personaggio ritorna bambino. In questa serie, creata esclusivamente per la televisione e quindi non tratta dal manga originale, Goku viene rappresentato con la pelle bruna, mentre nelle precedenti due serie appare con la pelle chiara. Sempre in questa serie gli ricresce anche la coda, estratta da Kaiohshin il Sommo per permettergli di diventare un Super Saiyan 4.

Gli abbigliamenti di Goku variano spesso durante la serie. All'inizio indossa una tuta blu con cintura bianca, poi in seguito indosserà la divisa arancione della scuola tartaruga, con l'apposito marchio kame sul petto e sulla schiena. Dalla fine della prima serie tuttavia, insieme alla tuta veste anche degli indumenti molto pesanti di colore blu, fornitigli dal Dio della Terra per intensificare i suoi allenamenti. Dopo l'allenamento sotto la guida del Re Kaioh del Nord, il marchio della tartaruga sulla schiena viene sostituito da quello di Kaioh stesso, ovvero kaio. Successivamente, durante la spedizione su Namecc, Goku sostituisce il marchio del Re Kaioh con il kanji Go sia sul petto e sia sulla schiena. In seguito alla morte di Freezer, dalla tuta di Goku scompare qualsiasi marchio di qualunque scuola d'arti marziali, mentre la cintura viene sostituita da un fascio blu più spesso da cui non pendono le due estremità del nastro. Dalla fine di Dragon Ball Z a tutta la serie GT, il Saiyan opta definitivamente per una divisa blu con cintura bianca e pantalone giallo.

Origini

Durante lo sviluppo del personaggio, Toriyama si ispirò al protagonista classico della letteratura cinese Viaggio in Occidente (Saiyuki in giapponese), Sun Wukong. I due condividono diverse caratteristche come la forza erculea (il primo perché è un semidio, il secondo in quanto Saiyan) e alcuni tratti scimmieschi; inoltre, la trasltterazione di Sun Wukong in giapponese è proprio Son Gokū. L'idea di un personaggio simile a Sun Wukong impressionò molto Toriyama, il quale decise di sfruttarlo per il manga; dato che molti autori dopo di lui hanno attinto da questa leggenda, si trovano svariati racconti con personaggi di questo nome.

Per quanto riguarda la storia del personaggio, Toriyama fece riferimento alla storia di Tanton, il protagonista di un altro manga dell'autore intitolato Dragon Boy. Le somiglianze sono molto evidenti; entrambi hanno la passione per le arti marziali e sono stati allenati da due grandi maestri sul montagne sperdute in luoghi orientali. Inoltre entrambi differiscono dagli essere umani perché possiedono due elementi zoomorfi: il primo ha una coda di scimmia, mentre il secondo delle ali
Durante il design iniziale del personaggio, Toriyama disegnò Goku come una scimmia; in un secondo momento decise di renderlo umano e di caratterizzarlo meglio lasciandogli solo la coda, probabilmente come omaggio a Sun Wukong. La divisa indossata da Goku nella serie si ispira agli abiti indossati dai monaci Shaolin in Cina durante le celebrazioni; d'altronde anche Sun Wukong indossa spesso un abito simile
Inizialmente Toriyama pensò a Goku come un terrestre che combatteva su altri pianeti. In seguito, per rendere la storia più veloce, gli conferì il potere di teletrasportarsi.
Quest'abilità fu scartata dall'autore, e poi ripresa successivamente quando Goku ritorna sulla Terra dal pianeta Yardrat.

Sviluppo in Dragon Ball GT

Durante la fase di produzione della serie di Dragon Ball GT, i produttori dell'anime definirono che il concetto portante della serie di Dragon Ball era raccontare la crescita del protagonista Goku. Dato che Goku era diventato troppo forte per continuare a parlare della sua crescita, si decise di farlo tornare bambino e di togliergli la capacità di teletrasportarsi.

Trasformazioni

Super Sayan

Goku Super Sayan
Goku Super Sayan
Goku Super Sayan 2
Soku Super Sayan 2
Goku Super Sayan 3
Goku Super Sayan 3
Goku Super Sayan 4
Goku Super Sayan 4

Oozaru

Goku Oozaru
Goku Oozaru
Goku Oozaru Golden
Goku Golden Oozaru

 

Statistiche della pagina
Pagina creata da: admin , 4 febbraio 2008
Ultimo aggiornamento: 18 luglio

Caricamento commenti in corso...

Scrivi un Commento

Per scrivere un commento devi essere Registrato!

Se sei già registrato? Esegui il Login!
Non sei registrato? Registrati ora, è gratis!
Ultimi Quiz
di alexbi1997@tiscali.it - 11 aprile 2013
di Kiris95 - 19 febbraio 2013
Ultime dal forum
di frieza96 - 17 ore fa
di Madara99 - 18 ore fa
di Seido96 - 20 ore fa
di Marci93Z - 20 ore fa
di Marci93Z - ieri
di Seido96 - domenica alle 12:10
Apri