Questo sito web utilizza cookie tecnici per assicurare una migliore esperienza di navigazione; oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di terze parti. Per saperne di più e conoscere i cookie utilizzati accedi alla pagina Cookie Policy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

CONTINUA
DragonBallGT.it
Login / Registrati
Home » Info » Oggetti

Oggetti

Questa sezione è dedicata agli oggetti che hanno segnato la storia di Dragon Ball.

 

Sfere del Drago

Queste sfere sono state create dal Dio della Terra (il Supremo nella versione italiana dell'anime), un alieno di razza namecciana, a immagine e somiglianza di quelle di Namecc, il suo pianeta natale (con la differenza delle dimensioni: quelle namecciane sono molto più grandi!). Il loro aspetto è quello di piccole sfere vitree di colore giallo/arancione, della consistenza della pietra e punteggiate da un numero variabile di stelline stilizzate rosse. Chiunque riesca a riunire le sette sfere potrà evocare il drago Shenron ed esprimere un desiderio, dopodiché esse si disperderanno nuovamente sul pianeta Terra e resteranno tramutate in pietra per un anno.
Nell'universo di Dragon Ball, Akira Toriyama ha inserito l'esistenza di altre tipologie di sfere del drago oltre a quelle descritte: le sfere del drago namecciane e le sfere del drago demoniache (in Dragon Ball GT).

Altre informazioni riguardo le sfere del Drago, QUI.

Bastone magico

È un bastone magico regalato da Son Gohan al nipote Goku. Il suo potere è quello di potersi allungare e accorciare a piacimento; il suo limite massimo è 300.000 chilometri. Nella prima serie è l'arma preferita di Goku, che usa con grande abilità, finchè non viene utilizzato per collegare la Torre di Karin al Santuario di Dio, dato che il bastone era stato creato proprio per questo scopo; pensando che nessuno sarebbe mai stato in degno di incontrare Dio, Karin regalò il bastone al maestro Muten, che poi lo regalò a Son Gohan.
L'origine del bastone proviene dalla leggenda dello scimmiotto, infatti anche lui aveva un bastone magico con queste proprietà.
 

Dragon radar

Oggetto inventato da Bulma che serve a localizzare l'esatta posizione delle sfere del Drago, ha una forma simile a un orologio da taschino di colore bianco, grande quanto il palmo di una mano, dotato di un display di colore verde i cui numeri e puntini indicanti le sfere sono di colore giallo ed è dotato anche di un pulsante soprastante l'apparecchio, che se premuto permette di avere vari livelli di zoom sulla mappa visualizzata.
Viene usato dai protagonisti, ma alcune versioni più grandi e in genere meno precise vengono usate anche da personaggi malvagi (Pilaf, il Fiocco Rosso) per trovare le sfere ed esprimere i loro desideri personali. Sembra che sia composto da materiali molto rari e difficilmente ricostruibile in un breve periodo.

Nuvola Kinton

La Kinton (Nuvola Speedy nel doppiaggio italiano dell'anime, Nuvola d'oro nel manga) è una nuvoletta dorata che viene regalata dal Maestro Muten al giovane Goku. Basta chiamarla affinché giunga in pochi secondi dal cielo e solo le persone pure di cuore possono salirci, per questo Bulma (troppo vanitosa) e Muten e Crilin (troppo pervertiti) cadono nel tentativo di sedersi.
La nuvola che possedeva Muten veniva da una centinaia di volte più grande posseduta a sua volta dal Maestro Karin, che la donò all'allievo quando questi giunse in cima alla torre e prese l'acqua. La nuvola è molto veloce, quanto il più potente degli aerei esistenti e quando viene distrutta in genere basta richiamarla per farla tornare. Quando però a distruggerla è una forza di grande potenza, la nuvola scompare definitivamente: Goku così perderà la sua nuvoletta ma ne prenderà in seguito un pezzetto da quella di Karin, creandone una nuova.
Andando avanti con la storia, con la tecnica di galleggiamento che permette di muoversi più veloce di essa, la nuvola Kinton verrà pian piano abbandonata.

Scouter

Lo Scouter (rivelatore nell'anime italiano) è un dispositivo immaginario comparso nei manga ed anime Dragon Ball ed è uno strumento altamente tecnologico usato per determinare sia il livello di combattimento degli avversari sia per individuarne la posizione. Il suo aspetto è quello di un supporto, dotato di pulsante, da agganciare su un orecchio e dotato di un piccolo display colorato e semitrasparente, monoculare. I soldati di Freezer possiedono un rilevatore incorporato nel casco protettivo. Lo Scouter può essere usato anche come mezzo di comunicazione a distanza, permettendo il trasferimento di dati da uno all'altro anche ad anni luce di lontananza. Tuttavia presenta una grave carenza: riesce ad indicare il livello di combattimento istantaneo e non quello potenziale: molti guerrieri sono infatti in grado di nascondere il proprio livello, che aumenta vertiginosamente durante la fase dello scontro.
Il dispositivo era stato inventato dagli Tsufuru, una specie aliena tecnologicamente evoluta, nonostante questo però i Saiyan, con i quali dividevano il pianeta, riuscirono a spazzarli via grazie alla loro potenza fisica. Con la collaborazione fra i Saiyan e Freezer, i rilevatori entrarono così anche nella sua organizzazione criminale.
Il dispositivo compare per la prima volta durante la venuta dei Saiyan, indossato dal fratello di Goku, Radish, il quale riesce a localizzare prima Piccolo e poi Goku mediante l'ausilio dello strumento. Lo abbiamo visto con colori della lente differenti: verde, rosso, blu e viola.

Spada Z

La Spada Z (o Z-Sword) è una spada leggendaria presente nella parte finale della serie Dragon Ball Z, situata sul pianeta dei Kaiohshin ed incastonata in una roccia come nella storia omonima. La leggenda voleva che chi fosse riuscito ad estrarla avrebbe ottenuto la potenza più grande dell'Universo e Gohan la estrarrà proprio con questo scopo. Però il Saiyan non ottiene nessun potenziameno e l'unica particolarità dell'arma è un peso enorme. Durante gli allenamenti la spada si spezza e ne esce fuori l'antenato dei Kaiohshin, Rou-Dai Kaiohshin (nell'anime Kaiohshin il Sommo).
Quest'ultimo spiega che migliaia e migliaia di anni fa un nemico molto potente lo sigillò all'interno della spada per paura del potere speciale della divinità, il potere di liberare ed aumentare la forza nascosta di un guerriero oltre ogni limite e questo appunto è il vero tesoro dell'arma, ciò di cui parlava la leggenda. Per anni ha atteso di essere liberato da uno degli esseri superiori successivi e mai avrebbe pensato che sarebbe stato un mortale a tirarlo fuori.

Senzu

I Senzu (nell'anime italiano fagioli di Balzar) sono fagioli magici che ristabiliscono completamente le forze e le ferite anche mortali di chi li mangia instantaneamente; inoltre saziano la fame per almeno 10 giorni. Vengono coltivati dal gatto Karin (Balzar nell'anime italiano) che vive in cima alla Torre di Karin ed appaiono per la prima volta quando Goku scala la torre per bere l'acqua sacra, che aumenta la forza di chi la beve. Poiché Goku ha fame Karin gli dà un Senzu, cosicché il ragazzo all'improvviso si sente sazio.
I Senzu saranno molto utili durante tutta la storia: Karin, tramite Yajirobei provvederà a rifornire Goku e compagni di questi importantissimi semi che più di una volta aiuteranno i guerrieri a riprendersi dalle ferite, anche quando saranno in fin di vita. Ma in un'occasione non sono efficaci: durante lo scontro con C-19, Goku viene colpito da una grave malattia cardiaca e per cercare di attenuare il dolore il Saiyan ne mangia uno, ma senza alcun effetto.
In Dragon Ball Gt non vengono mai usati, probabilmente perché il livello dei protagonisti è troppo alto per essere rigenerati dai Senzu, oppure perché sia Dende che Kibitoshin possono curare le ferite.

Potara

I Potara sono orecchini magici che appaiono nella serie Dragon Ball Z, indossati dai Kaiohshin e Kibith. Kaiohshin il Sommo spiega che non solo ornamenti, ma consentono a due persone di fondersi permanentemente (a differenza della Fusion) in un unico essere molto più potente. Questa fusione richiede che coloro che i 2 individui indossino un orecchino ognuno nell'orecchio opposto a quello del compagno e può essere usata una sola volta nella vita. Esiste però un modo per sciogliere questo tipo di fusione: gli orecchini infatti perdono il loro effetto nei luoghi carichi di energia negativa, come nel corpo di Majin Bu, dove Vegeth svanisce una volta entrato dentro di lui, ridando origine a Goku e a Vegeta.
L'unione tra un vivente ed un non vivente genera un essere vivente.

Per vedere tutte le fusioni nate dai Potara, clicca QUI.

Camera Gravitazionale

Questa navicella ospita una speciale stanza in cui la gravità può essere modificata per rendere più duri, e quindi migliori, gli allenamenti.
Viene usata per la prima volta da Goku con una gravità fino a 100 volte superiore a quella della Terra e successivamente da Vegeta, con una gravità quattro volte la prima.
Nella saga di Majin Bu vediamo come all'interno della Capsule Corporation sia stata creata una stanza con le stesse caratteristiche della navicella.

Capsule

Chiamate capsule e inventate da Mr.Brief (padre di Bulma e creatore della Capsule Corporation) queste speciali capsule possono contenere di tutto, da piccoli oggetti a veicoli o addirittura edifici: il segreto sta nella compressione delle molecole degli oggetti che si vuole inserire. Per liberare ciò che contiene una capsula, basta cliccare il pulsante sopra di essa e lanciarla e dopo pochissimi secondi ciò che era al suo interno si espanderà istantaneamente in una nuvola di polvere. Per riminiaturizzare l'oggetto basta cliccare un bottone e vedere di nuovo il "Puff" da cui rispunterà la piccola capsula.
Questi piccoli oggetti hanno totalmente semplificato la vita nell'Universo di Dragon Ball, facilitando notevolmente i trasporti. Compariranno subitissimo nella serie, in contemporanea con l'apparizione di Bulma; Goku, che viveva fuori dalla civiltà, alla vista del meccanismo accuserà la ragazza di essere una strega.

Navicella di Freezer

Quest'enorme astronave viene usata da Freezer ed i suoi scagnozzi per muoversi da un pianeta all' altro. E' molto veloce e possiede una stanza rigenerativa per i feriti.
Il fratello di Freezer, Cooler, e suo padre Re Cold ne posseggono una uguale.

Navicella dei Saiyan

Questa navicella viene usata dai Sayan ed altri alieni per muoversi molto velocemente nello spazio. Può trasportare solo un passeggero e possiede una memoria delle destinazioni, un sistema per addormentare il passeggero fino all'atterraggio ed un supporto vitale se si è gravemente feriti. Tramite un telecomando può essere chiamata, controllata e distrutta e vi si possono integrare un'incubatrice ed un sistema olografico della Luna piena per i Saiyan neonati spediti su altri pianeti. Nonostante atterrino sul pianeta schiantandosi similmente ad una meteora, le navicelle non riportano alcun danno.
Compare per la prima volta in Dragon Ball Z, usata da Radish per raggiungere la Terra e comparirà altre volte fino alla saga di Cell, dove dopo l'arrivo di Goku non verranno più mostrate o utilizzate.

Navicella di Dio

E' la navicella usata dal namecciano da cui nasceranno Dio ed il grande mago Piccolo per raggiungere la Terra. Verrà trovata dopo moltissimi anni in una terra desolata a Nord da Bulma Mr. Popo e per essere controllata bisogna conoscere la lingua namecciana. Può muoversi a velocità incredibile (percorre il tragitto Terra Giove in una manciata di secondi) e dispone di molti servizi per il viaggio.
Verrà menzionata per la prima volta nella serie Dragon Ball Z da Mr.Popo, ricordando un vecchio racconto di Dio che diceva di aver vissuto lì per molti anni, e dopo esser stata trovata e sistemata verrà usata da Bulma, Crilin e Gohan per andare sul pianeta Namek. Lì verrà danneggiata irreparabilmente ed abbandonata.

Macchina del ripristino

E' presente nelle basi di Freezer e nella sua navicella. Consente la totale guarigione, come i Senzu ma più lentamente, tramite l'immersione in uno speciale liquido.
Verrà vista utilizzare da Vegeta, Goku e Bardack.

Sedia meccanica

E' una specie di poltrona fluttuante usata da Freezer per spostarsi. Può anche volare.

Macchina del Tempo

Inventata da Bulma nel futuro di Trunks, ha permesso al ragazzo di viaggiare indietro nel tempo per portare a Goku la medicina per salvarlo ed avvisarlo dell'imminente minaccia dei cyborg.
Compare per la prima volta in Dragon Ball Z utilizzata da Trunks ed anche Cell la usa per tornare indietro nel passato per assorbire i cyborg C-17 e C-18 e diventare perfetto. La rivediamo nel 13° OAV dell'omonima serie per permettere a Tapion di tornare nella sua epoca dopo essere stato rinchiuso per 1000 anni dentro un carillon.

Ventaglio della Musa

Questo oggetto magico viene menzionato per la prima volta dallo Stregone del Toro (padre di Chichi) per poter spegnere l'incendio sul Monte Padella e si tratta di un ventaglio in grado di generare fortissimi venti, perturbazioni o persino uragani. Era custodito dal maestro Muten che però erroreamente buttà via; per rimediare al danno sarà l'eremita in persona a spegnere l'incendio. Nel manga questo ventaglio verrà menzionato solo in questa vicenda e mostrato in un flashback del maestro Muten.
Nel'anime invece verrà reintrodotto in una piccola storia filler alla fine della prima serie, dove la montagna dello Stregone del Toro prenderà nuovamente fuoco e Goku e Chichi partiranno per cercare il potente ventaglio.

 

Statistiche della pagina
Pagina creata da: admin , 9 settembre 2006
Ultimo aggiornamento: 2 giugno

Caricamento commenti in corso...

Scrivi un Commento

Per scrivere un commento devi essere Registrato!

Se sei già registrato? Esegui il Login!
Non sei registrato? Registrati ora, è gratis!
Ultimi Quiz
di alexbi1997@tiscali.it - 11 aprile 2013
di Kiris95 - 19 febbraio 2013
Ultime dal forum
di frieza96 - 53 minuti fa
di Marci93Z - lunedì alle 22:57
di Thomas Guerrini - 16 agosto alle 12:38
di Son Goku - 11 agosto alle 12:28
di Freezer girl - 6 agosto alle 18:40
Apri