Questo sito web utilizza cookie tecnici per assicurare una migliore esperienza di navigazione; oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di terze parti. Per saperne di più e conoscere i cookie utilizzati accedi alla pagina Cookie Policy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

CONTINUA
DragonBallGT.it
Login / Registrati

Tecniche di lotta

Qui di seguito vengono descritte le tecniche e abilità speciali utilizzate nell'universo immaginario di Dragon Ball (composto da manga, anime, OAV, videogiochi, etc.).
 

Barriera energetica

Utilizzatori: Nappa, Vegeta, Freezer, C-17, C-18, Cell, Babidy, Vegeth, Future Gohan e molti altri.
La barriera energetica è una tecnica di facile utilizzo, che ricopre tutto il corpo con una sfera di energia e serve principalmente a proteggersi da attacchi energetici. Viene utilizzata nella saga degli Androidi dai cyborg C-17, C-18 e Cell. Alcuni personaggi ne fanno uso anche per danneggiare l'avversario, come Freezer e Broly (nel suo caso si tratta di una barriera di ki).
Nell'anime, OAV e Special hanno mostrato di saperla usare tanti altri personaggi (Nappa, Vegeta, Future Gohan) ed essendo una tecnica base e semplice, possiamo dedurre che molti altri personaggi sappiano utilizzarla.

 

Big Bang Attack

Utilizzatori: Vegeta, Vegeth, Baby Vegeta.
Il Big Bang Attack è uno degli attacchi più potenti di Vegeta e si tratta di una potente sfera di energia sparata con una mano. Viene usato per la prima volta nella saga degli Androidi quando elimina il cyborg C-19. Questa tecnica viene anche utilizzata da Vegeth (Vegekou nell' adattamento italiano) contro Super Bu, con la differenza che la sfera di energia rilascia anche una scia di aura, proprio come avviene per la Kamehameha; nel doppiaggio italiano questo suo attacco viene chiamato "Big Bang Attacco".

 

Bomba di Luce


Utilizzatori: Piccolo
La Bomba di luce è una tecnica inventata da Piccolo ed usata nel suo secondo scontro con Cell come ultima risorsa per battere l'androide. Si concentra l'energia nella mani aperte ma unite dito per dito e quando dentro di esse si crea una sfera dalla luce abbagliante, la tecnica viene lanciata portando avanti le braccia e aprendo le mani verso il bersaglio avvicinando i polsi (come il Final Flash).
La sfera di energia lanciata è estremamente distruttiva, disintrega tutto ciò che si trova di fronte all'utilizzatore per centinaia di metri.
Nonostante con questa mossa Piccolo abbia distrutto tutta la parte d'isola di fronte a lui, Cell ne è uscito indenne per via della troppa differenza di forza.
Il nome della tecnica viene inventato nei videogiochi.

 

Bukujutsu


Utilizzatori: Tutti i coloro in grado di padroneggiare bene l'energia spirituale e l'aura.
Il Bukujutsu (舞空術 Buku-jutsu, Tecnica della Danza del Cielo) è la tecnica che permette di volare. Viene introdotta inizialmente da Tenshinhan e Jiaozi, ma poi viene imparata da quasi tutti i guerrieri ecceto Yajirobei e il maestro Muten. Più si espande l'aura, più l'utilizzatore è potente, più la velocità aumenta.

 

Burning Attack


Utilizzatori: Trunks.
Il Burning Attack è l'attacco principale di Future Trunks e consiste nel muovere rapidamente le braccia per poi estenderle verso il bersaglio spalancando le mani e avvicinando le punte dei pollici e indici delle rispettive mani, emanando una potente sfera di energia. Viene mostrata durante la fase finale dello scontro tra il Saiyan e Mecha Freezer; anche se non centrò il bersaglio consentì a Trunks di distrarre Freezer, che fu successivamente ucciso dalla sua spada.
Nel videogioco Dragon Ball Z: Shin Budokai 2 questa tecnica viene usata anche Future Gohan, forse ipotizzando che Trunks gliel'abbia mostrata ed insegnata.

 

Castigatore di Anime

Utilizzatori: Gogeta.
Il Castigatore di Anime (Soul Punisher in inglese) è una tecnica di Super Gogeta che viene usata solamente nel 12° film di Dragon Ball Z, Il Diabolico Guerriero degli Inferi, per uccidere Janenba. Consiste in una sfera luminosa con colori prismatici creata con una mano in alto, racchiusa in essa e poi rilanciata e che lo polverizza il bersaglio. In Dragon Ball GT Gogeta Super Saiyan 4 non utilizzerà questa tecnica.
Il nome della tecnica viene inventato nei videogiochi; nella serie Budokai Tenkaichi questa mossa è chiamata Frantumatore Polverizzante.

 

Danza Sadica


Utilizzatori: C-17, C-18
La Danza Sadica è sicuramente la tecnica più potente dei cyborg 17 e 18. I due androidi si nascondono uno dietro l'altro (C-17 in testa) per poi saltar fuori al momento opportuno e colpire l'avversario con una serie di colpi e stenderlo al suolo, per poi scagliargli una serie di potenti colpi energetici. C-17 e C-18 usano questa tecnica nel futuro per uccidere Gohan, nello special Il futuro di Trunks.
Il nome della tecnica viene inventato nei videogiochi.

 

Dodonpa


Utilizzatori: Eremita della Gru, Tao Bai Bai, Tenshinhan, Jiaozi.
La Dodonpa (o Onda Dodon, o Onda distruttiva) è un attacco esclusivo della scuola dell'Eremita della Gru e viene usata da Tenshinhan, Jiaozi, Tao Bai Bai ed il Maestro della Gru. Si basa sul lancio da un dito di un potente raggio giallo/arancione difficile da fermare a causa della elevata velocità (oltre che potenza). Viene utilizzato soprattutto nella prima serie. È più potente e veloce di una Kamehameha normale, ma al contrario di questa non si può potenziare e viene quindi presto abbandonata da Tenshinhan e Jiaozi a favore di tecniche più migliori.

 

Elegant Blaster

Utilizzatori: Zarbon.
L'Elegant Blaster (italianizzato come Esplosione Elegante) è la tecnica più potente di Zarbon, da lui usata sia nello stato normale sia dopo la trasformazione; consiste in un potente raggio lanciato dal palmo della mano destra. Nel suo stato normale Zarbon pone la mano sinistra sul braccio destro.
Il nome di questa tecnica viene inventato nei videogiochi.

 

Eye Beam



 

Utilizzatori: Piccolo, Freezer, Cooler, C-16, C-19, Dr.Gelo, Cell.
L'Eye Beam consiste in due raggi sparati dagli occhi. Questa semplice tecnica viene usata da molti personaggi, come Namecciani, razza di Freezer, Cell ed alcuni cyborg come C-19 e C-20 (alias il dr. Gelo). Questo attacco può danneggiare soltanto la persona che viene colpita oppure essere capace di distruggere un quartiere di una città (come nel caso di C-20) o un intero esercito (nel caso di Cell durante il primo scontro con Piccolo). Questa tecnica consente anche di liberarsi dalle morse del nemico quando si è bloccati.

 

Esplosione Omega



 
Utilizzatori: Broly.
L'Esplosione Omega è la mossa più potente di Broly, il Super Saiyan leggendario. Consiste in una sfera verde creata con una mano che contiene una tremenda quantità di energia, in grado di distruggere un intero pianeta.
Questa mossa viene utilizzata da Broly nello scontro con Goku e per distruggere il pianeta degli schiavi di Neo Vegeta nell'8° dei film tratti da Dragon Ball Z, Il Super Saiyan della Leggenda e nella battaglia contro Gohan nel 10°, Sfida alla Leggenda.
La differenza tra l'esplosione Omega usata contro Goku e quella usata contro Gohan è la carica: nel secondo caso, Broly comprime una gigantesca sfera verde nel palmo della mano sinistra fino a ridurla alla grandezza di una pallina da ping pong. Una volta rilasciata, può ingigantirsi tanto da distruggere una galassia.
Il nome di questa tecnica viene inventato nei videogiochi.

 

Final Flash


Utilizzatori: Vegeta, Baby Vegeta.
Chiamato Lampo Finale nella versione italiana dell'anime, è uno degli attacchi più potenti di Vegeta. Si esegue portando a lato le braccia per caricare energia per poi unirle scaricando un potentissimo raggio energetico che polverizza tutto ciò che trova sul suo cammino.
Capace di distruggere facilmente un pianeta se mal utilzzato (Crilin vedendo la tecnica afferma "Non si può usare una tecnica del genere sulla Terra!"), fa la sua prima comparsa nella battaglia tra Vegeta e Perfect Cell quando il Super Saiyan usa questo attacco come ultima carta per vincere, senza però riuscirvi. Cell perde il braccio sinistro e parte del suo torso ma grazie alle cellule di Piccolo torna come nuovo. Se l'avesse centrato in pieno probabilmente Vegeta avrebbe distrutto Cell, ma avrebbe anche rischiato di distruggere la Terra (rischio che non ha voluto correre).
Su Namek, Vegeta usa la medesima tecnica contro Reekom, ma di potenza ovviamente inferiore e senza specificarne il nome. Un'altra variante è il Final Shine Attack (Attacco Abbagliante Finale nella versione anime italiano) usato da Vegeta nella serie GT contro Super C-17: si esegue caricando con la mano destra al lato destro dell'anca una quantità di aura verdognola, per poi scaricare contro il bersaglio un tremendo raggio luminoso di colore verde.

 

 

Garlick Gun


Utilizzatori: Vegeta, Cell, Baby Vegeta.
Il Garlick Gun, o Cannone Garlick, è una delle tecniche di Vegeta e consiste in un raggio di energia di colore viola, simile alla Kamehameha di Goku. Viene sparato da entrambe le mani, anticipato da un caricamento con la mano destra dietro e la sinistra poggiata sul torso della destra, con una potente aura elettrica viola tutta intorno al corpo. Utilizzato per la prima volta sulla Terra nel disperato tentativo di sconfiggere Goku, nella serie non viene usata molte volte, nonostante nei videogiochi sia una mossa base di Vegeta. La rivediamo infatti utilizzare da Cell in forma imperfetta durante lo scontro con Vegeta ed in Dragon Ball GT da Baby Vegeta trasformato in scimmione.

 

Genkidama


Utilizzatori: Goku, Cell.
La sfera Genkidama (元気玉 Genki Dama, Sfera spirituale), conosciuta come Energia Sferica nell'edizione italiana dell'anime o Spirit Bomb in quella inglese, è una tecnica di combattimento insegnata a Goku dal Re Kaioh del Nord (durante l'allenamento nell'Aldilà dopo la morte di Radish) e diventa il suo attacco più potente. Concentrandosi e tenendo le mani aperte verso il cielo Goku riesce a richiedere una parte di energia a tutti gli esseri viventi e non, dagli animali e piante ai microrganismi ed alle stelle, per creare una sfera anche di immense dimensioni pronta per essere scagliata contro l'avversario. Si tratta di una potentissima tecnica, che creata nel posto adatto può facilmente distruggere un pianeta: Re Kaioh avverte Goku di fare attezione dell'usare la Genkidama, perchè su un pianeta come le Terra con vicino il Sole la sfera può diventare estremamente pericolosa.
La userà contro Vegeta sulla Terra, in dimensioni molto ridotte; su Namecc contro Freezer, dopo una lunga concentrazione; contro Turles, Slug ed il Dottor Wilow, molto simile a quella utilizzata contro Vegeta; contro C-13, in forma Super Saiyan  assorbendola per aumentare la propria energia; contro Kid Bu ec infine contro Li Shenron. Contro quest'ultimo Goku scaglierà una Genkidama formata dall'energia degli esseri viventi di tutto l'Universo che conclude Dragon Ball GT come l'attacco più potente mai eseguito (conosciuto anche come Galaxi Genkidama).

 

Kaiohken



Utilizzatori: Goku.
Il Kaiohken (界王拳 Kaiō-ken, Colpo del Re dei Mondi) è una tecnica di combattimento inventata dal Re Kaioh del Nord e completata e quindi usata solo da Goku. Il Kaiohken permette di incanalare e concentrare tutta la propria energia in un solo istante, amplificando l'energia spirituale, la velocità, la forza e tutto il resto. Ci vuole una grandissima concentrazione e se il controllo dell'energia fallisse il corpo dell'utilizzatore della tecnica rischierebbe di essere distrutto; si può anche moltiplicare l'intensità della potenza (Kaiohken doppio, ecc...) ma è molto rischioso a causa del contraccolpo successivo, infatti lo stesso Re Kaioh consiglia a Goku di non oltrepassare la doppia potenza.
Viene appreso da Goku quando si trova sul pianeta di Re Kaioh e una volta tornato in vita userà questa tecnica contro i Saiyan Nappa e Vegeta, arrivando alla 4° potenza. Nella battaglia contro Freezer, essendosi allenato molto a gravità altissima, riesce ad eseguire Kaiohken x10 e perfino x20 (il più alto livello usato). Dopodiché non viene più utilizzato perché ritenuto obsoleto rispetto alla trasformazione in Super Saiyan, che è più efficace e meno stressante e rischiosa per il fisico. L'unica eccezione avviene in un episodio filler della serie animata quando Goku, già in forma Super Saiyan, attiva anche il Kaiōken nel combattimento contro Paikuhan, in occasione del Torneo delle 4 galassie. Il Kaiohken ha infatti un fattore di moltiplicazione della forza x1,5 nel primo livello, x2 nel secondo ,x3 nel terzo e così via. Quindi prendendo come esempio la prima battaglia contro Vegeta Goku con forza 8.000 usando il Kaiōken base raggiungerà forza 12.000, con il Kaiōken doppio 16.000, raggiungendo i 32.000 di forza quando scaglia la Kamehameha potenziata con il Kaiōken quadruplo, respingendo definitivamente il Galick Cannon di Vegeta e il Saiyan stesso.
Il Kaiohken viene usato nei film La grande battaglia per il destino del mondo, Il più forte del mondo, Il destino dei sayan e L'invasione di Neo-Namecc. Nel settimo OAV di Dragoball Z, I tre Super Saiyan, Crilin afferma che Goku nello stadio di Super Saiyan non può utilizzare la Genkidama (quindi forse anche il Kaiōken, dal momento che si tratta di due tecniche di Re Kaioh del Nord) dal momento che in tale forma il cuore e la mente non sono puri. Tuttavia le affermazioni e gli avvenimenti appartenenti agli OAV sono considerati non canonici, quindi non influenti sulla saga principale. Questa pare una spiegazione "razionale", posta a spiegare come mai il Kaiōhken venga totalmente abbandonato da Goku. Per estensione di tale logica, poiché nello stadio di Super Saiyan Full Power il guerriero mantiene completamente il controllo del proprio corpo e del proprio spirito, almeno teoricamente potrebbe essere in grado di effettuare il KaiōKen. Nella serie non viene spiegato come mai Re Kaioh non insegni le due tecniche agli altri guerrieri Z giunti da lui per allenarsi, od in caso contrario, come mai non ne facciano mai uso.

 

Kamehameha



Utilizzatori: Goku, Gohan, Goten, Pan, maestro Muten, Son Gohan, Crilin, Yamcha, Tenshinhan, Cell, Majin Bu, Trunks bambino.
La Kamehameha (かめはめ波 Kamehame-ha, Onda della Scuola delle Tartarughe di Mare), conosciuta anche come Onda Energetica nell'edizione italiana dell'anime è il colpo distintivo della serie di Dragon Ball. È un potente raggio di energia emesso dai palmi delle mani dopo essere stato caricato a lato del corpo.
Viene mostrata per la prima volta dal Maestro Muten concetrato al massimo e descritta da Yamcha come "colpo che raccoglie tutta l'energia del corpo e la spara fuori in un solo colpo". Di facile apprendimento, viene imparata e usata dalla maggior parte dei guerrieri Z e altri personaggi buoni o cattivi.
Esistono molte variazioni della Kamehameha: Goku la produce dai piedi, oppure crea una variante più potente chiamata Super Kamehameha (usata solo contro Piccolo al 23° Torneo Tenkaichi)oppure riesce anche a controllarne la direzione, come curvare come un boomerang per colpire alle spalle e a sorpresa i nemici; Gohan e Goku riescono ad eseguirla con una sola mano; sempre Goku, trasformato in Super Saiyan 4, usa una variante molto più potente chiamata Kamehameha x10; infine Gogeta e Vegeth (fusioni di Goku e Vegeta) utilizzano delle varianti create fondendo la Kamehameha con delle tecniche di Vegeta.

 

Big Bang Kamehameha

Utilizzatori: Gogeta.
Questa è la tecnica più potente di Gogeta Super Saiyan 4, una combinazione degli attacchi principali di Goku e Vegeta (Kamehameha e Big Bang Attack). Viene eseguita portando le mani avanti e creando una potente sfera di energia, che però poi rilascerà una potente e vasta onda distruttiva.
Viene vista nella serie Dragon Ball GT, usata da Gogeta contro Li Shenron, lasciandolo mal ridotto.
In alcuni titoli della vasta gamma di videogiochi dedicati a Dragon Ball, anche a Super Gogeta viene fornita questa tecnica, mentre Gogeta Super Saiyan 4 è stato dotato di un'ulteriore variante della tecnica: la Big Bang Kamehameha x100, ovvero il medesimo colpo ma, teoricamente, "cento volte" più potente, forse ripensando alla Kamehameha x10 di Goku SSJ4.. Nel videogioco Dragon Ball Z: Budokai Tenkaichi 3 viene usata anche da Gogeta Super Saiyan.

 

Ki Blast


Utilizzatori: Tutti i coloro in grado di padroneggiare bene l'energia spirituale e l'aura.
Il Ki Blast (in giapponese Ki Dan) è l'attacco base per ogni guerriero che sappia controllare l'energia spirituale e si basa sull'emissione di onde di energia spirituale (Ki) dal palmo delle mani dandogli una forma di sfera o raggio molto potenti; quasi tutti i guerrieri Z riescono ad usare questa tecnica, fatta eccezione per i più deboli come Yajirobei o Mr. Satan. Anche alcuni tra i soldati di Freezer non sono in grado di utilizzare il ki e infatti utilizzano dei piccoli cannoni laser che hanno attaccati al braccio.
Con la medesima tecnica è possibile emettere veloci scariche di onde energetiche in questo caso la tecnica prende il nome di Renzoku Ki Blast (in giapponese Renzoku Ki Dan) ed è una delle tecniche preferite di Vegeta. I nomi Ki Blast e Renzoku Ki Blast non verranno mai nominati nè nel manga nè nell'anime.

 

Kienzan


Utilizzatori: Crilin, C-18, Cell.
Il Kienzan (気円斬 Kienzan, Lama circolare dell'anima), conosciuta come Cerchio Magico nell'anime italiano, è la tecnica più potente di Crilin e consiste nel creare dal palmo della mano stesa in alto un disco molto tagliente ed inarrestabile, anche se può essere evitato facilmente; è talmente affilato da riuscire a ferire sia Nappa che Freezer nonostante Crilin fosse nettamente inferiore, oppure permette a Goku in stadio normale di tagliare Majin Bu in due.
Viene mostrata da Crilin la prima volta contro Nappa e Vegeta quando arrivano sulla Terra ed in seguito verrà usata da molti guerrieri, tra cui Freezer, C-18, Goku, Vegeta, Cell e Cell Junior. Sia Freezer che Cell (avendo le cellule di Freezer) riescono anche a controllarne la direzione (in questo caso il colpo si chiama Tsuibi Kienzan).
Nell'anime viene inserita una scena filler dove Cell, per via l'enorme differenza dei livelli di combattimento, esce indenne da un Kienzan lanciato da Crilin: per quanto ne sappiamo però il Kienzan è inarrestabile per chiunque e comunque, quindi forse si dovrebbe considerare tal scena come un errore, una caricatura sbagliata degli sviluppatori dell'anime.

 

Kikōhō






 

Utilizzatori: Tenshinhan.
Il Kikōhō (気功砲 Kikōhō, Cannone dell'anima), conosciuto come Cannone spirituale o Colpo del Cannone nell'edizione italiana dell'anime, è la tecnica più potente di Tenshinhan, utilizzata in seguito anche da Cell.
Si tratta di una tecnica potentissima e rischiosissima per via dell'elevato consumo di energia spirituale (o animo), che può portare alla morte chi lo utilizza, nonché all'irrimediabile indebolimento di chi lo pratica... per questo Tenshinhan ne fa uso solo nelle occasioni più importanti. Per usarla bisogna concentrare l'animo nelle mani, posizionarle a "rombo" con le dita che si incrociano (seconda immagine) e l'area colpita sarà quella visibile all'interno delle mani. La tecnica è conosciuta bene anche dal maestro Muten e dall'Eremita della Gru (che la insegna infatti a Tenshinhan), ma non sappiamo se siano in grado di utilizzarla.
La prima volta che Tenshinhan usa il Kikoho è in Dragon Ball, durante il 22° Torneo Tenkaichi contro Goku: il colpo viene schivato ed il ring viene completamente distrutto, come da obiettivo di Tenshinhan. Successivamente nella finale del 23° Torneo Tenkaichi, per riparare tutti dall'attacco di Piccolo, Tenshinhan ne sferra uno contro il terreno, creando una sorta di enorme fossa per gettarvisi. La terza volta in cui Tenshinhan utilizza il cannone è nello scontro contro Nappa per vendicare la morte di Jiaozi: egli lancia il colpo con la sola mano e tutte le energie rimastagli, senza però infliggere seri danni al Saiyan e morendo per il consumo di energia. Ha maggiore successo nella saga degli Androidi contro Cell quando, per evitare far scappare C-18, Tenshinhan sfodera la nuova variante Shinkikoho (Nuovo colpo del Cannone): la differenza sta nel notevole aumento del danno inflitto (riuscendo infatti a ferire Cell in forma inperfetta) e nella posizione delle mani, non più con le dita incrociate. Anche stavolta rischia di morire, venendo salvato da Goku all'ultimo momento; è da notare in questo caso la notevole efficacia della tecnica del guerriero umano, infatti sebbene tra lui e l'androide ci sia un immensa differenza di forza, riesce ugualmente a procurargli danni abbastanza gravi. L'ultima occasione in cui Tenshinhan usa un Kikoho è nella saga di Majin Bu per fermare un colpo di Majin Bu e salvando Mr. Satan e Dende. Questa tecnica verrà vista anche contro Trunks nel nono film della serie La minaccia del demone malvagio, sotto forma di raggio d'energia.

 

Lama di Sauzer

Utilizzatori: Sauzer, Cooler(?)
Questa tecnica viene mostrata dal servo di Cooler Sauzer nel ° OAV di Dragon Ball Z Il destino dei Saiyan, contro Piccolo. Consiste in un fascio di energia viola a forma di lama molto affilato, proveniente dalla mano aperta a taglio.
Apparte la facilità con cui Sauzer taglia gli alberi, non sappiamo se questa tecnica sia potente quanto il Kienzan di Crilin, in quanto Piccolo evita tutti gli attacchi del nemico e lo sconfigge.
Nei videogiochi vediamo Cooler utilizzare questa tecnica, ma non sappiamo se sia realmente in grado di utilzzarla.

 

Mafuuba





Utilizzatori: maestro Mutaito, maestro Muten, Tenshinhan, Dio, Piccolo.
La Mafuuba, conosciuta come Onda Sigillante nell'edizione italiana dell'anime, è una tecnica molto particolare che consente di intrappolare il nemico all'interno di un recipiente (anche molto piccolo) dotato di tappo, come ad esempio una boccetta.
La sua esecuzione richiede un enorme dispendio di energia, tanto che chi la esegue perde la vita. Il suo vantaggio è che può consentire di mettere fuori combattimento un nemico troppo potente che non si sarebbe in grado di sconfiggere, oppure si può impedirgli di nuocere senza ucciderlo. L'esecutore deve riuscire ad intrappolare l'avversario in una sorta di vortice di energia e quando egli raggiunge il termine della spirale deve indirizzarlo con grande precisione all'interno del recipiente. Mentre il riuscire nell'impresa è piuttosto arduo, per liberare la persona intrappolata è sufficiente aprire il contenitore.
La tecnica è stata inventata ed utilizzata da Mutaito (maestro del Maestro Muten) per imprigionare il Grande Mago Piccolo. Dopo che l'essere malvagio è stato liberato il Maestro Muten tenta a sua volta di intrappolarlo nuovamente, ma sfortunatamente fallisce mancando il recipiete e perde la vita invano. Successivamente anche Tenshinhan impara questa tecnica con la speranza di battere il Grande Mago Piccolo: purtroppo però quando arriva dal suo avversario scopre con orrore che il contenitore dentro al quale avrebbe voluto rinchiuderlo si è danneggiato durante i suoi allenamenti, quindi rinuncia ad eseguirla. Nelle puntate televisive invece Tenshinhan la utilizza, fallendo miseramente e tuttavia restando in vita, il che probabilmente è dovuto ad un livello di Tenshinhan di gran lunga superiore a quello del maestro Muten, o ai ripetuti allenamenti nel perfezionare la Mafuuba. Durante il 23° Torneo Tenkaichi, Dio (Supermo nell'anime italiano) tenta di intrappolare Piccolo con la stessa tecnica ma questi aveva previsto tale eventualità e negli anni inventò una tecnica per controbatterla e rivolgerla contro l'avversario, imprigionandolo.
La tecnica è stata utilizzata soltanto nella prima serie, stranamente non è mai stata tentata in Dragon Ball Z e Dragon Ball GT, probabilmente perché la sua esecuzione costa la vita a chi la utilizza o semplicemente perché non avrebbe mai avuto effetto su nemici del calibro di Freezer, Cell o Majin Bu.
La tecnica viene utilizzata senza successo anche da Muten contro Piccolo nel live action movie Dragonball Evolution (nel film, Piccolo era già stato precedentemente rinchiuso per duemila anni tramite tale tecnica, ma in qualche modo era uscito dal contenitore).

 

Makankosappo


Utilizzatori: Piccolo, Cell.
Il Makankosappo (魔貫光殺砲 Makankō Sappō, Cannone omicida di luce diabolica penetrante), conosciuto come Cannone Speciale nell'edizione italiana dell'anime, è una delle tecniche di combattimento più potenti di Piccolo e viene imparata da quest'ultimo nel periodo di pace tra la sconfitta infertagli da Goku e l'arrivo di Radish. In principio Piccolo inventò la tecnica per uccidere Goku (e ci riesce, anche se su richiesta dello stesso Saiyan in quanto unico modo per uccidere il fratello malvagio Radish).
Per eseguire il Makankosappo serve una lunga meditazione per concentrare tutta l'aura nelle dita, ma nonostante la prima volta Piccolo impieghi anche 10 minuti, successivamente sia lui che Cell (perchè possiede le cellule del Namecciano) riescono ad eseguirla velocemente senza concentrazione. Successivamente anche Majin Bu, con l'assorbimento di Piccolo, è capace di eseguire il Makankosappo.
Curiosamente cambia d'effetto durante la serie: all'inizio sembra essere un colpo perforante come si vede quando trapassa i corpi di Goku e Radish, mentre negli utilizzi successivi però il raggio di energia esploderà all'impatto con il nemico.

 

Masenko



 

Utilizzatori: Gohan, Future Trunks.
Il Masenko (魔閃光 Masenkō, Lampo demoniaco), chiamato nell'edizione italiana Lampo distruttore, Onda Letale e con altri nomi (anche errati, confuso spesso con la Kamehameha), è una delle tecniche di Gohan, inventata in un momento di rabbia per la morte di Piccolo e usata contro Nappa. Consiste nel posizionare i palmi aperti delle mani l'uno sull'altro ad altezza della fronte, dove si concentra l'energia e protendere le braccia in avanti lanciando così il raggio di energia.
Verrà usata anche da Future Trunks che, essendo stato allenato da Gohan, ha imparato la tecnica.

 

Power Blitz

Utilizzatori: C-17, C-18.
Il Power Blitz (in italiano Assalto Potenziato) è una delle mosse basilari dei cyborg 17 e 18 e consiste nel lanciare un fascio di energie blu (o rosa, nel caso di C-18) da una mano.
Sebbene nei videogiochi della serie Budokai sia una mossa base, nell'anime non viene usata quasi mai. Anche il nome è stato inventato nei videogiochi.

 

Raggio Letale


Utilizzatori: Freezer, Cooler.
Il Raggio Letale è una delle tecniche preferite di Freezer e suo fratello Cooler e consiste in un sottilissimo raggio dall' incredibile capacità perforante e/o distruttiva. Freezer, fra le tante vittime, con questa tecnica uccide persino Vegeta e ferisce gravemente Piccolo. Questa tecnica è usata anche da Cell durante contro Gohan e in seguito contro Trunks, che viene ucciso dal colpo. Esiste poi una variante della tecnica, che consiste nello sparare rapidamente molti raggi: questa variante viene utilizzata unicamente da Freezer nella sua terza forma.

 

Ryuu-ken


Utilizzatori: Goku.
Il Ryuu-ken (龍拳 Ryuu-ken, Pugno del Drago) è un colpo usato da Goku, negli OAV contro Hildegarn, nella prima serie di Dragon Ball contro il Grande Mago Piccolo (anche se in questa occasione la figura del drago non compare ma al contrario compare sullo sfondo l'Ozharu) e nella serie Dragon Ball GT contro Super C-17 e i draghi malvagi. Consiste in un pugno potentissimo dal quale si diparte la figura di un drago dorato che trapassa più volte l'avversario, distruggendolo.

 

Sfera Letale



 
Utilizzatori: Freezer.
La Sfera Letale (デスボール Desu Bōru) o Death ball è la tecnica di combattimento più potente di Freezer. Viene utilizzata più volte nell'anime: la prima viene utilizzata da Freezer per distruggere il pianeta Vegeta, la seconda volta da Freezer all'ultimo stadio per tentare di eliminare Goku, da Freezer al 100% sempre contro Goku e da Mecha Freezer contro il Trunks venuto dal futuro trasformato in Super Saiyan.
Il nome della tecnica non viene mai usato nè nel manga, nè nell'anime.

 

Sokidan



Utilizzatori: Yamcha.
La sfera Sokidan (tradotto in Proiettile dell'anima manovrabile nel manga e Sfera Luminosa nell'anime) è la tecnica migliore di Yamcha e viene usata per la prima volta contro Divo (in realtà il Dio della Terra sotto mentite spoglie) al 23° torneo Tenkaichi. Consiste nell'afferrare il polso destro con la mano sinistra e concentrare l'anima nella mano destra aperta palmo in alto, fino a creare una sfera di energia che può essere lanciata e poi controllata dall'utilizzatore, tenendo le mani chiude a pugno e indice e medio dritti.
Nonostante la sfera sia veloce Yamcha colpirà Divo una sola volta, dopodichè nel manga non vedremo più questa tecnica. Nell'anime invece, in un episodio filler Yamcha userà una versione potenziata della tecnica (Cho Sokidan) contro i Saiyan Saegi e Kollifum e lo vedremo di nuovo usarla nell'OAV La grande battaglia per il destino del mondo,  contro i servitori di Turles.

 

Supernova

Utilizzatori: Cooler.
La Supernova è la mossa più potente di Cooler, fratello di Freezer. È una Sfera Letale enorme simile a una mini-stella, che Cooler utilizza contro Goku in entrambi gli OAV dedicati a lui. Metal Freezer utilizza una mossa simile contro Trunks ma spesso viene definita come una Sfera Letale potenziata più che una versione gigante di quest'ultima.
Il nome Supernova è stato introdotto a partire dal videogioco Dragon Ball Z: Budokai 2 per distinguerla dalla mossa del fratello Freezer.

 

Taiyoken


Utilizzatori: Tenshinhan, Goku, Crilin, Cell.
Il Taiyoken (Colpo del Sole nel doppiaggio italiano dell'anime) è un colpo inventato da Tenshinhan che consiste in un raggio di luce abbagliante che acceca temporaneamente l'avversario, emesso dal proprio corpo porgendo le mani aperte vicino la faccia con i palmi verso di essa.
È una tecnica estremamente efficace anche contro avversari molto potenti, infatti viene spesso usata da guerrieri Z relativamente deboli quando hanno bisogno di fuggire da un nemico molto più forte, come fa Crilin con Freezer ad esempio.
Hanno imparato questa tecnica anche Goku, Crilin e Cell (tramite le cellule di Tenshinhan); qualche volta Crilin ha eseguito la tecnica con le dite chiuse tranne indice e medio stesi verso la fronte e i palmi verso il bersaglio.

 

Telecinesi


Utilizzatori: Jiaozi, Piccolo, Guldo, Ginew, Freezer, Cooler, Kaiohshin, Majin Bu e molti altri.
È la capacità di alzare e spostare oggetti o anche persone con la mente, controllandone la direzione con le mani (anche senza in alcuni casi).
Il primo ad utilizzare questa tecnica è Jiaozi nella prima serie, non per motivi di combattimento ma per truccare il sorteggio del torneo. Invece Freezer in questo modo uccide Crilin, prima sollevandolo in aria e poi facendolo esplodere; Ginew ha usato la telecinesi per trasportare le sfere di Namek da Freezer e anche Guldo ha questa capacità. Cooler nel 5° OAV della serie Dragon Ball Z intitolato Il destino dei Saiyan, nella sua trasformazione finale usa la telecinesi per fratturare una montagna e per sollevare delle grandi rocce. Anche Cell (poiché possiede le cellule di Freezer) è in grado di usare la telecinesi, infatti costruisce il ring del suo torneo in questo modo, sollevando e tagliando delle rocce per formare mattonelle. La telecinesi è tra i poteri dei Kaiohshin ed anche Majin Bu è in grado di usare un potere simile. Nell'anime viene mostrato Piccolo che solleva con la meditazione un'intera piramide egizia oppure Gohan svenuto, ma nel manga tra i poteri del Namecciano non viene mai mostrata la telecinesi.

 

Teletrasporto


 
Utilizzatori: Goku, abitanti di Yardrat, Metal Cooler, Cell, Kibith, Kibitoshin, Kid Bu.
Il teletrasporto è una tecnica molto complessa con la quale si è in grado di teletrasportare da un luogo all'altro in modo istantaneo. Goku per farlo deve concentrarsi, "trovare" l'aura di una certa persona e raggiungerla, quindi può teletrasportarsi soltanto nei pressi di qualcuno che conosce, anche molto lontano, o alle spalle dei nemici; questa capacità salverà Goku e i suoi amici svariate volte. Se è vivo, tramite questa tecnica, Goku riesce anche a passare velocemente fra il mondo dei vivi e l'Aldilà e viceversa, anche se nell'OAV La minaccia del demone malvagio viene mostrato Goku defunto che si teletrasporta per qualche istante nel mondo dei vivi, in soccorso di Gohan.
Anche Cell impara questa tecnica guardandola da Goku, dopo esser stato teletrasportato ed esploso sul pianeta del Re Kaioh del Nord e nel 6° film tratto da Dragon Ball Z, intitolato La minaccia di NeoNameck, la tecnica viene appresa ed utilizzata anche da Metal Cooler. Una versione alternativa del teletrasporto è utilizzata da Kibith, che non ha bisogno di sentire le aure per potersi spostare, ma si teletrasporta in zone generiche di pianeti a lui conosciuti; in seguito questa abilità verrà passata a Kibitoshin, fusione accidentale tra Kibith e il Kaiohshin dell'Est. Kid Bu è l'unico a imparare la tecnica dopo averla solamente vista da Kibitoshin. Anche Janenba usa una sorta di teletrasporto che consiste nello scomporsi e ricomporsi in tanti piccoli pezzi cubici, in modo da sorprendere l'avversario.
In Dragon Ball GT, una volta tornato bambino Goku non riesce ad eseguire la tecnica: riuscirà ad utilizzarla solo durante la trasformazione in Super Saiyan 4 e da bambino solo grazie all'aiuto di Piccolo nell'episodio 40. Sempre nella serie GT per errore in alcuni episodi Kibitoshin usa lo stesso teletrasporto di Goku mettendo le dita sulla fronte, anziché il normale teletrasporto usato nelle puntate della serie Z e nelle prime della serie GT.

 

Zanzoken


Utilizzatori: maestro Muten, la maggior parte dei Guerrieri Z.
Lo Zanzoken (残像拳 Zanzōken, Tecnica dell'immagine residua) è una tecnica che permette di spostarsi ad una velocità talmente elevata da risultare quasi invisibili, lasciando dietro di sé una sorta di immagine sfocata che confonde l'avversario.
Questa tecnica è stata inventata da Karin, il gatto custode dell'obelisco omonimo e viene utilizzata per la prima volta nel manga da Jack Chun (maestro Muten) durante il 21° torneo Tenkaichi e in seguito appresa da tutti i guerrieri di Dragon Ball, che la usano costantemente nei vari combattimenti.

 

Zenkai Power


Utilizzatori: Saiyan, Cell.
Lo Zenkai Power ("potere devastatore", "zen" essere costanti, "kai" miglioramento continuo) è la capacità esclusiva dei Saiyan di aumentare la propria forza dopo aver subito ferite molto gravi, dopo essere stati prossimi alla morte; grazie anche a questa capacità sia Goku che Vegeta riescono a tenere testa a nemici sempre più potenti nel corso della storia.
Lo Zenkai Power viene ereditato anche dai Saiyan "mezzosangue" ma in maniera minore rispetto ai Saiyan puri. Anche il cyborg Cell possiede questa caratteristica, avendo le cellule dei Saiyan, infatti quando si lascia esplodere sul pianeta di Re Kaioh si rigenera nella sua forma perfetta senza il bisogno di assorbire C-18 e con un'incredibile potenza in più rispetto a quando l'aveva assorbita inizialmente.
Statistiche della pagina
Pagina creata da: admin , 16 ottobre 2006
Ultimo aggiornamento: 25 maggio 2015

Caricamento commenti in corso...

Scrivi un Commento

Per scrivere un commento devi essere Registrato!

Se sei già registrato? Esegui il Login!
Non sei registrato? Registrati ora, è gratis!
Ultimi Quiz
di DariuS94 - 7 ottobre 2014
di alexbi1997@tiscali.it - 11 aprile 2013
di Kiris95 - 19 febbraio 2013
Impostazioni